Alitosi: cause e rimedi

Può capitare a tutti di avere il cosiddetto alito pesante dopo aver mangiato dei cibi particolari o non aver digerito bene.

L’alitosi crea disagio ed è facile che chi ne stia soffrendo in quel momento se ne accorga da sé. Relazionarsi con gli altri in quella circostanza è sicuramente più difficile.

Capire se si soffre di alitosi temporanea o cronica ti aiuta ad intervenire in modo mirato.

In caso di alitosi temporanea, il problema risulta risolvibile con poco, magari facendo degli sciacqui con il collutorio dopo aver lavato i denti o prendendo un buon digestivo naturale.

Al contrario l’alitosi cronica può diventare un vero e proprio disturbo che complica la vita sociale ma non è certamente un problema insormontabile.

Le cause dell’alitosi

Come individuare l’origine dell’alito pesante

Se stai leggendo questo articolo sicuramente tu, o qualcuno a te molto caro, soffre di alitosi cronica.

Come abbiamo già evidenziato, infatti, l’alitosi temporanea non crea particolari problemi perché risolvibile con poco, mentre l’alito cattivo persistente mette fortemente a disagio e crea anche problemi nelle relazioni con gli altri.

Se vuoi quindi liberarti da questo problema ti basterà seguire i consigli che ti forniamo di seguito.

Prenditi cura del tuo cavo orale

Penserai che lavare sempre i denti sia sufficiente ma la pulizia del cavo orale va ben oltre.

Utilizzare il giusto spazzolino, dedicare il giusto tempo al lavaggio dei denti eseguendo i movimenti corretti, usare il filo interdentale, il collutorio, può sicuramente aiutarti a mantenere la bocca pulita.

I residui di cibo tra i denti e alimentano l’alito pesante – Controlla carie e infezioni

Se ti sei impegnato a lavare correttamente la bocca più volte al giorno, utilizzando il giusto tempo e tutti gli strumenti pensati per questo ma non hai ancora risolto il tuo problema, dovresti valutare la possibilità di avere delle carie o delle infezioni di cui nemmeno ti rendi conto.

Carie e infezioni gengivali sono una delle principali cause dell’alitosi cronica.

A meno che non siano presenti malattie del sistema respiratorio o del metabolismo che causano alitosi, le cure odontoiatriche risolveranno il problema.

Al contrario, anche se ciò avviene raramente, sarà il dentista ad indirizzarti.

Non abusare di fumo e alcol

Chi fuma sa bene quanto possa conservare quel fastidioso cattivo odore in bocca tanto da tamponare prontamente con mentine e gomme masticabili.

In realtà questa abitudine copre solo temporaneamente l’odore sgradevole del fumo in quanto anche l’eccesso di zuccheri alimentano l’alitosi.

Il fumo è dannoso per l’intero organismo e di conseguenza anche per il cavo orale. Smettere di fumare sarebbe la scelta più giusta sempre e comunque. La stessa regola vale per l’abuso di alcolici e di caffè.

Rimedi per l’alitosi nel breve e lungo periodo

L’alitosi può accompagnarti solo in alcuni giorni o momenti della vita oppure sembrare una situazione cronica

Non è sempre semplice individuare da soli se si soffre di alitosi. Chi ci sta intorno avrà difficoltà a dirci questo a meno che non si tratti di un familiare stretto.

Il nostro naso, in un certo senso, è abituato all’odore della nostra bocca e non sempre riesce a metterci in allarme.

Un espediente potrebbe essere passare delicatamente sulla lingua un cucchiaino come fosse una spatola e annusare la patina bianca che si raccoglie.

Una volta accertato di avere un alito pesante troppo spesso, ti consigliamo di recarti dal dentista che ti aiuterà ad individuare la causa. Una seduta di pulizia dentale potrebbe bastare a risolvere il problema, dovrai però anche imparare a tenere la bocca pulita.

Dalla salute del cavo orale, infatti, dipende il benessere di molte altre parti del corpo che a volte sembrano non essere collegate.

Dedicare alla pulizia dei denti il tempo necessario usando prodotti e strumenti di qualità e adatti alla tua persona, è la giusta arma per difenderti da carie e alitosi.

Se il problema sono denti cariati e infezioni gengivali e del cavo orale, il dentista dovrà intervenire in modo più certosino e risolvere il problema alla radice.

Se questo non dovesse bastare o il dentista sospettasse dei problemi diversi legati alle vie respiratorie o all’apparato gastrico ti orienterà alla giusta visita specialistica da fare.

Quando il problema dell’alitosi è invece temporaneo sarà sicuramente legato al cibo che abbiamo mangiato o a periodi di stress che alterano la digestione.

In questo caso rivedere la propria dieta e aiutarsi con dei rimedi naturali per stimolare la digestione può risolvere il problema. In generale ti ricordiamo che la corretta idratazione limita l’alitosi per cui bere molta acqua è una buona abitudine se soffri di alitosi cronica o temporanea.

Chi soffre di alitosi

L’alitosi non è di sicuro una malattia o una patologia ma un sintomo, antipatico certo, che ci segnala qualcosa che non va. Non c’è dunque un soggetto particolarmente predisposto all’alitosi, semmai possiamo dire che alcuni in maniera più accentuata, manifestano un disturbo del cavo orale (o altre patologie) attraverso l’alitosi.

Generalmente essendo un problema che crea disagio, un po’ tutti si cerca di essere attenti a prevenire cattivi odori.

Lavare i denti, usare un collutorio, evitare cibi indigesti quando siamo in compagnia, ci aiutano a mantenere la situazione sotto controllo.

In buona sostanza, a meno che non ci siano patologie importanti come abbiamo già detto, solo chi non tiene alla propria igiene e salute del cavo orale può ritrovarsi un’alitosi cronica.

Il fumo, l’abuso di alcolici, la scarsa pulizia dei denti non sono certo problemi irrisolvibili. Prendersi cura della bocca, inoltre, significa anche fare un controllo periodico dal dentista di fiducia per effettuare la pulizia annuale e prevenire e curare carie e altri piccoli disturbi.

Tags are not defined for this post

Comments closed

No comments. Leave first!